22 Aprile 2022 21:00

La potenza evocativa delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi nello straordinario scenario del salone del Museo Borgogna per inaugurare la Stagione 2022 della Società del Quartetto di Vercelli, venerdì 22 aprile, ore 21.

Il primo appuntamento di Antiqua Vercelli celebra Antonio Vivaldi con la sua opera più famosa. Fabrizio Cipriani, violino solista, e l’Accademia del Ricercare saranno interpreti dei quattro Concerti vivaldiani: la Primavera, l’Estate, l’Autunno e l’Inverno, e, con la partecipazione di Karin Selva, del salmo Laudate Pueri Dominum per soprano, archi e basso continuo.

I biglietti sono disponibili presso la Società del Quartetto. Prenotazioni tel. 0161255575 o con email: biglietti@quartettovercelli.it.

Fabrizio Haim Cipriani, allievo di M. Trabucco per il violino e di E. Gatti per il repertorio antico, è stato membro di prestigiose formazioni (Europa Galante, Les Musiciens du Louvre, Il Seminario Musicale, Les Arts Florissants) e si è prodotto in migliaia di concerti come solista o camerista in tutto il mondo. Ha effettuato centinaia di registrazioni discografiche (Deutsche Grammophon, Decca, EMI, Astrée, Cantus, Stradivarius, Dynamic), molte delle quali hanno ricevuto riconoscimenti della critica internazionale.  Membro stabile de Il Giardino Armonico, collabora fra gli altri con Ensemble come Europa Galante, Les Musiciens du Prince, Café Zimmermann, e l’Ensemble Chiaroscuro di cui è membro fondatore. Fabrizio Haim Cipriani fa parte della ristretta cerchia di violinisti al mondo che si sono prodotti sul celebre “Cannone”, il violino Guarneri appartenuto a Niccolò Paganini.

Accesso ai concerti

L’accesso ai concerti è consentito a coloro in grado di presentare la certificazione verde COVID-19 “Green pass rafforzato”. Tale documento accettato in forma digitale e cartacea, contiene un codice QR e un sigillo elettronico qualificato e attesta una delle seguenti condizioni:

• aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia sia alla prima dose sia al completamento del ciclo vaccinale);
• essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi.

Inoltre, è obbligatorio indossare una mascherina di tipo FFP2.