La natura svelata. Una esposizione floreale speciale

Si apre al pubblico, domenica 17 novembre, la mostra

La natura svelata. Gli acquerelli botanici di Angela Petrini e Odette Rösch”

promossa e organizzata dal Museo Borgogna e dall’Associazione Femminile “Donne & Riso” di Vercelli.

L’esposizione, in stretto dialogo con alcune opere della collezione permanente del Museo che per tematismo si collegano agli acquerelli esposti, sarà aperta fino al 6 gennaio 2020.

Il presidente del Museo Borgogna, l’avvocato Francesco Ferraris, è orgoglioso di ospitare un’artista Angela Petrini, specializzata in acquerello botanico con l’attestazione della britannica Society of Botanical Artists (S.B.A.). Sue opere fanno parte della prestigiosa collezione di Shirley Sherwood, presso i Kew Gardens a Londra. Dal 2009 fa parte dell’Associazione Italiana Pittori Botanici “Floraviva” (www.floraviva.org), di cui è Presidente dal 2010.

Questa piccola ma raffinata esposizione di acquerelli che rinnova una fruttuosa collaborazione con la presidente Natalia Bobba di “Donne & Riso”, va ad arricchire le attività e le iniziative culturali del Museo, insieme alla mostra su Eleazaro Oldoni, anche durante il periodo natalizio.

L’accurata selezione degli acquerelli risponde all’obiettivo di valorizzare una tecnica artistica molto particolare, che richiede una speciale e profondissima abilità manuale oltre a una sensibilità di osservazione non comuni. Il mondo della natura selezionato per l’occasione tocca in primo luogo il mondo del riso, collegandosi alla tradizione del territorio e alle diverse opere del Museo dedicate al tema. Pochi sanno che anche il riso fiorisce !

Una speciale attenzione che caratterizza il disegno botanico contemporaneo di Angela Petrini è il preliminare studio della specie floreale attraverso l’indagine botanica. La mostra esporrà le raffigurazioni di alberi fioriferi esotici come la “Davidia involucrata”, il “Clerodendro”, la “Erythrina crista galli”; o le immancabili varietà da giardino come l’”Iris barbata jaquesiana”, la “Camelia Amalia Faraggiana”, la “Rosa Sally Holmes”. Alcuni esemplari di flora spontanea come il “Fiordaliso biellese”, la “Genziana porporina”, la “Malva” e l’”Aquilegia sylvestris”. I visitatori saranno invitati a scoprire anche altre varietà floreali in una “caccia al fiore” nelle sale museali dove sarà raccontato il loro significato simbolico e allegorico. Sorprenderà trovare la rappresentazione di fiori attraverso diverse tecniche artistiche, non solo dipinte, ma anche intarsiate o modellate in oggetti inconsueti ed estremamente raffinati.

La sala espositiva sarà anche arricchita dalla percezione sensoriale di profumi che pervadono lo spazio studiati per l’occasione con la collaborazione dell’ Erboristeria vercellese “Erba d’ca.

Natalia Bobba, presidente di Donne & Riso, racconta come è nata questa mostra:

Donne & Riso, ma anche Donne e Arte.

Non è la prima volta che l’Associazione Femminile Donne & Riso, promuove e sostiene eventi artistici importanti presso i musei della città e non solo. In questa occasione, siamo davvero liete di collaborare con il Presidente Avv. Francesco Ferraris, il Conservatore Cinzia Lacchia e lo staff del Museo Borgogna, alla realizzazione della mostra dedicata alla disciplina artistica del disegno botanico con gli acquerelli di Angela Petrini.

In un mondo dove tutto corre velocemente, dove è così facile fare foto bellissime di fiori o frutti con i supporti tecnologici più evoluti, l’arte del disegno botanico, ci trasporta in una dimensione di “bellissima lentezza”: in questa disciplina artistica è richiesto all’artista di cercare il soggetto, scoprire, catalogare, sezionare, usare lenti d’ingrandimento, microscopi, calibri, righelli…

Deve riprodurre fedelmente i particolari botanici attraverso l’osservazione attenta del mondo vegetale, mantenendo il più possibile il delicato equilibrio tra bellezza estetica e verità scientifica. 

Petali, corolle, pistilli, foglie, spine, radici… prendono vita. Pare proprio di sentire i profumi e le fragranze… o gli odori forti di alcuni frutti.

Angela Petrini è così brava che, attraverso i suoi acquerelli, si percepiscono la passione e l’amore che Lei ha verso i fiori e le piante.

La sua bravura, però, sta nel far innamorare i visitatori che non si stancheranno di osservare le sue opere, di scoprire particolari, colori e sfumature.

Angela è dotata di una sensibilità particolare, che le permette di cogliere “l’anima” di ogni creatura vegetale che dipinge e farla rivivere sulla carta.

Eventi a corollario della mostra.

Nell’ambito della rassegna L’Arte si fa sentire, il Museo propone alcuni appuntamenti di approfondimento alla mostra.

Scarica il programma degli appuntamenti per il mese di novembre:

Angela Petrini a proposito della mostra:

Il titolo della mostra di acquerelli botanici “La natura svelata” si ispira alla meticolosa ricerca del dettaglio botanico che caratterizza questo genere pittorico di antiche origini, al confine tra arte e scienza.

Non semplicemente pittura floreale, dunque, ma veri e propri ritratti che rappresentano precisamente specie e varietà del mondo vegetale, evidenziandone forme e colori che spesso lo sguardo, poco abituato all’osservazione, non coglie.

In questo senso, tra l’altro, viene esposta una serie di tavole dedicate ad alcune delle più importanti ed esteticamente interessanti varietà di riso italiano, dipinti già oggetto di importanti riconoscimenti internazionali.

Le opere, realizzate con la raffinata e difficile tecnica dell’acquerello, sono l’esito di meditata e lenta elaborazione (dipingere una foglia può richiedere un giorno di lavoro) e vogliono testimoniare la ricchezza del nostro patrimonio floristico unitamente all’importanza di conoscerlo e proteggerlo.

Desidero ringraziare il Museo Borgogna per aver ospitato i miei lavori nella sua prestigiosa sede e l’associazione “Donne e Riso” per aver colto nel mio studio sul riso la celebrazione artistica di questo importante prodotto del nostro territorio.

Chi è ANGELA PETRINI

Novarese, si è avvicinata all’acquerello botanico nel 2005 frequentando i corsi di noti interpreti italiani di questa disciplina. Nel 2010 ha ottenuto il Diploma con lode in disegno e acquerello botanico dalla britannica Society of Botanical Artists (S.B.A.). Dal 2009 fa parte dell’Associazione Italiana Pittori Botanici “Floraviva” (www.floraviva.org), di cui è Presidente dal 2010. Ha ottenuto due importanti riconoscimenti da parte della Royal Horticultural Society: nel 2014 la Silver Gilt Medal al RHS London Orchid & Botanical Art Show di Londra per una serie di tavole sugli alberi esotici fioriferi in Italia, seguita, nel 2018, dalla Gold Medal, per la rappresentazione di antiche e recenti varietà di riso italiano nell’ambito di RHS Plant & Art Fair. Sue opere fanno parte della prestigiosa collezione di Shirley Sherwood, presso i Kew Gardens a Londra, e di altre collezioni private in Italia e all’estero. Tiene corsi di acquerello botanico e ha collaborato realizzando dei laboratori creativi su Bartolomeo Bimbi a Palazzo Madama a Torino per la mostra “Eccentrica natura”.

Una delle sue migliori allieve è Odette Rösch 

Di origine tedesca, vive in Italia dal 2000. Da quattro anni si dedica al disegno e all’acquerello botanico, in cui esprime con grande sensibilità la sua passione per la floricoltura ed il giardino, prediligendo la rappresentazione di varietà di tulipani e garofani. Lo studio degli autori del passato e dei contemporanei, unitamente all’esercizio metodico, l’hanno portata ad esordire nel 2017 nell’ambito della mostra “Flora a Palazzo” ad Oleggio, insieme ad alcuni affermati interpreti dell’Associazione dei Pittori Botanici FLORAVIVA.

Attività per i giovani e le famiglie

La sezione educativa propone Giochi d’Arte, visite accompagnate e laboratori dedicati ai bambini dai 4 agli 8 anni accompagnati da un adulto.

Scarica il programma degli appuntamenti. 

Visite guidate per gruppi

Su prenotazione obbligatoria al numero 0161 252764 o all’ indirizzo didattica@museoborgogna.it

Costo: euro 70 per gruppi di massimo 20 persone (visita in italiano)

Gadget mostra

Anche per questa mostra, il Museo ha coinvolto l’Associazione Diapsi Vercelli, con il programma “Verso il Lavoro”, per disegnare e produrre in esclusiva degli originali e coloratissimi gadget a tema.

Orari

Da martedì a venerdì: 14.30 – 17.30 (al mattino, solo su prenotazione)
sabato: 14.00 – 18.00
domenica: 10.00 – 12.30 e 14.00 – 18.00

dal 26 dicembre al 6 gennaio, apertura straordinaria:                  dalle 11 alle 17

Chiuso: lunedì, 1 novembre, 24, 25 e 31 dicembre 2019, 1 gennaio 2020

Biglietti

intero: mostra e collezione permanente: euro 10

riduzioni:

studenti universitari, insegnanti, disabili con accompagnatore:       euro 8

gruppi (minimo 10, massimo 20 persone) e convenzionati: euro 8

possessori Abbonamento Musei Piemonte e Soci Icom: gratuito con tessera valida

bambini e ragazzi 6-18 anni, guide turistiche, giornalisti: euro 5

scuole (gruppo classe con visita guidata o laboratorio, gratuito per due adulti accompagnatori): euro 7

gratuito:

bambini in età non scolare

Catalogo: Sagep Editore Genova, euro 18; speciale riduzione in mostra euro 12

Info

Museo Borgogna
Via Antonio Borgogna 4 – 13100 Vercelli
Tel. 0161 252764
info@museoborgogna.it
facebook: Museo Francesco Borgogna

Ideazione, organizzazione e sede espositiva

Vercelli, Museo Borgogna

Curatela

Vittorio Natale

con Cinzia Lacchia

Sostenitori

Compagnia di San Paolo, Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli,
Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Benappi Arte antica e moderna, Pozzallo Antiquario

In collaborazione con

Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli

Soprintendenza archivistica e bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta

Comune di Vercelli