FILIPPO CIFARIELLO
(Molfetta 1864 – Roma 1936)
Les malheureux !!!
1899
biscuit, firmato e datato
inv. 1906, X, 31 bis
36 x 65 x 35 cm

Il gruppo scultoreo in biscuit firmato da Filippo Cifariello e datato al 1899, fu acquistato da Antonio Borgogna all’Esposizione di Belle Arti di Roma dello stesso anno.
Filippo Cifariello studiò all’Istituto di Belle Arti di Napoli con Achille d’Orsi e si distinse per la straordinaria capacità di modellare con realismo minuzioso. Proseguì gli studi a Roma e a Parigi. Per la sua abilità di modellatore e scultore in terracotta e ceramica l’artista diresse, tra il 1894 e il 1901, la fabbrica di porcellane a Passau in Baviera, dove si avvicinò alla scultura tedesca, riscuotendo successi a numerose esposizioni nazionali ed estere.
Per lo straordinario realismo delle sue opere fu accusato di ottenere calchi dal vero sui suoi modelli. In risposta alle polemiche realizzò lavori di ridotte dimensioni in formati diversi da quello reale a testimonianza del suo virtuosismo tecnico.
Fu coinvolto in situazioni di vita drammatiche: dall’omicidio della prima moglie, che lo portò al carcere e a un processo per delitto d’onore che ebbe grande risonanza, al secondo matrimonio e la morte della moglie, sino al terzo matrimonio e il suicidio avvenuto nel 1936.
Il soggetto dell’opera del Museo Borgogna è rappresentativo della sua produzione artistica a sfondo sociale ritraendo il drammatico trasporto di un operaio ferito con crudo verismo e intenso patetismo. Dello stesso soggetto sono presenti altre versioni in bronzo esposte a Roma, Venezia, Torino, Norimberga e Düsseldorf.

Filippo Cifariello, Les malheureux !!!, 1899, biscuit, Vercelli, Museo Borgogna